venerdì 16 dicembre 2016

Libri tra nebbia e Natale


La nebbia in piazza Maggiore
In questi giorni Bologna è stata spesso immersa nella nebbia, anche in pieno centro la piazza era invasa dalla soffice bruma grigia e a me veniva voglia soltanto di chiudermi in casa al calduccio, con la copertina sul divano, altro che giri di shopping natalizi. Anche se la piazza ha un suo fascino così, cosa ne dite? 
Comunque tanto per parlare del Natale in arrivo penso che non ci sia regalo migliore che un buon libro.
Che poi quando fuori fa freddo mettersi in panciolle sul divano o a letto con un bel libro è uno dei miei passatempi preferiti, posso viaggiare, vivere, correre e volare sulle ali della fantasia stando comoda e al caldo di casa mia. Cosa volere di più?

Nessuno è mai solo con un libro in mano. cit
Leggevo qualche tempo fa un articolo intitolato Il potere curativo dei libri di cui riporto un breve stralcio: Pagina dopo pagina la lettura può aiutarti a trovare soluzioni, stimolando il cambiamento, l'introspezione, il coraggio e l'iniziativa personale, come non essere d'accordo?
E poi i libri possono regalarti emozioni e momenti di svago, farti piangere e ridere, sognare, riflettere e talvolta perfino capire qualcosa in più di te e degli altri.
Tutte cose belle e quindi ho pensato di parlarvi delle mie letture di Natale in corso e in arrivo.
Si tratta di libri che vorrei leggere e che sono già sul mio iPad.

Il primo che vorrei citare è Buck e il terremoto


Buck e il Terremoto è una raccolta di 18 racconti brevi a quattro zampe. Protagonisti sono gli animali. Il tema:  lupi, cani, animali d’affezione, rapporto uomo – natura, terremoto, storia e tradizioni dei paesi colpiti, piccoli gesti di grande coraggio. Per espressa richiesta di Buck, tutti i racconti contengono un messaggio di speranza, amore o solidarietà.
Tutti i fondi raccolti saranno devoluti alla Croce Rossa Italiana per le vittime del sisma 2016
segnalo che Sabato 17 novembre 2016 ci sarà una presentazione dedicata a questo libro, tutte le info nel link di seguito Evento a Milano
Vista l'importanza dell'iniziativa lo segnalo anche nel mio blog.

Altro libro che, in realtà, ho appena finito di leggere si intitola Il posto del mio cuore di Emily Pigozzi, io l'ho trovato bellissimo e per certi versi mi ha ricordato il mio primo romanzo perché, anche qui, la protagonista cerca la sua libertà e attraverso esperienze diverse e spesso dolorose ritorna alle sue origini e capisce che la vera felicità è proprio nel posto dal quale è scappata. L'autrice ha un modo di scrivere che mi piace tantissimo. Questo è il suo terzo libro che leggo e non mi ha mai delusa.

Trama:Bassa emiliana, anni '50. Alma Libera Tondelli è una ragazza di paese. Sognatrice e inquieta, Alma sembra avere un destino già scritto: la vita di campagna, il lavoro in fabbrica, la messa della domenica. Fulvio, limpido e sincero, la ama da sempre, ma arrendersi al suo amore significherebbe rinunciare ai sogni di libertà che da sempre tormentano il suo spirito. Dalle campagne emiliane del dopoguerra alla Bologna del sessantotto, passando per la Roma del cinema e della Dolce vita, pur plasmata dagli uomini della sua vita Alma cercherà sé stessa e la sua vera strada, mentre al paese qualcuno continuerà ad amarla in silenzio... Perché, come le predisse la Delfina, l'indovina che ha popolato le sue fantasie di adolescente, in lei "ci sono le luci e le ombre, e la salvezza del cuore, spesso, è nel luogo in cui si parte".

 
Un libro che ho appena comprato è L'estate fredda di Gianrico Carofiglio che è un autore che amo particolarmente.
Trama: Siamo nel 1992, tra maggio e luglio. A Bari, come altrove, sono giorni di fuoco, fra agguati, uccisioni, casi di lupara bianca. Quando arriva la notizia che un bambino, figlio di un capo clan, è stato rapito, il maresciallo Pietro Fenoglio capisce che il punto di non ritorno è stato raggiunto. Adesso potrebbe accadere qualsiasi cosa. Poi, inaspettatamente, il giovane boss che ha scatenato la guerra, e che tutti sospettano del sequestro, decide di collaborare con la giustizia. Nella lunga confessione davanti al magistrato, l'uomo ripercorre la propria avventura criminale in un racconto ipnotico animato da una forza viva e diabolica; da quella potenza letteraria che Gadda attribuiva alla lingua dei verbali. Ma le dichiarazioni del pentito non basteranno a far luce sulla scomparsa del bambino. Per scoprire la verità Fenoglio sarà costretto a inoltrarsi in quel territorio ambiguo dove è piú difficile distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. Ambientato al tempo delle stragi di Palermo, L'estate fredda offre uno sguardo pauroso sulla natura umana, ma ci regala anche un protagonista di straordinaria, commovente dignità. E, alla fine, un inatteso bagliore di speranza.
Non vedo l'ora di leggerlo.


Poi ci sono altri libri che ho in mente di leggere, ma per ora mi fermo. 
E voi che libri state leggendo o avete intenzione di leggere, magari approfittando delle vacanze di Natale?

 


15 commenti:

  1. Io sto leggendo "La misteriosa fiamma della regina Loana" di Umberto Eco. Dopo neanche 100 pagine non sono però ancora in grado di esprimere giudizi definitivi.
    Per le letture successive invece non ho ancora deciso niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conoscevo questo titolo di Umberto Eco, io sono ferma al suo Il nome della rosa, però ricordo che per le prime cento pagine ho faticato dopo l'ho divorato! Magari anche per questo è così.

      Elimina
  2. Ho appena iniziato un fantasy YA (strano! :D) e spero di poter leggere un sacco in queste settimane!
    Ah, ho anche lasciato una recensione su Amazon del tuo romanzo! Brava! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica, ma che bello! sono contenta che tu abbia letto il mio romanzo, grazie di cuore per la recensione! E buone letture per questo periodo *-*

      Elimina
  3. Penso che sotto le feste leggerò "Le radici dell'odio" di Oriana Fallaci, a mia madre è piaciuto e me lo ha prestato. Non è molto natalizio, ma d'altronde neppure io lo sono ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sia un libro interessante, stavo pensando di leggerlo anch'io, lei era davvero molto brava.

      Elimina
  4. Grazie per la pubblicità al nostro evento per cui sto già agitata. Bologna con la nebbia ha un grande fascino anche Milano ma poi caspita ti rimane addosso un'umidità assai fastidiosa. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che non riesco a venire (ci ho pensato seriamente, ma aimè proprio non riesco) ho pensato di contribuire almeno un pochino in questo modo. Capisco l'agitazione ma vedrai che andrà tutto bene! Bacioni

      Elimina
  5. Ciao Giulia, grazie di cuore! Domani ti manderemo un bacio collettivo. E chissà, magari la prossima presentazione la facciamo dalle tue parti ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena, prego! Grazie del bacione collettivo, allora aspetto la prossima presentazione, domani sarà una bellissima giornata, aspetto di leggervi sul blog ^_^

      Elimina
  6. Prima o poi mi deciderò a leggere Carofiglio: non ho trovato uno che me ne parlasse male. :)
    Io leggerô Jonathan Coe "Numero undici" per cominciare e poi ho un sacco di libri comprati e ancora non letti fra cui scegliere secondo l'ispirazione del momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece non ho letto ancora nulla di Jonathan Coe, me lo consigli? magari lo inserisco per il prossimo anno. Tra venerdì e sabato scorso ho approfittato delle promozioni a 0.99 e ho comprato altri ebook, la lista di lettura si allunga :-)

      Elimina
    2. Ti dirò com'è quando finirò di leggerlo. :)

      Elimina
  7. Al momento sto leggendo "Scrivere è un mestiere pericoloso" della Basso.
    Al momento sul mio comodino campeggiano anche una raccolta di racconti di Dick, una di Bloch, un romanzo per ragazzi sempre di Dick (non so resistere quando entro in una biblioteca a riempirmi di libri). Poi mi sono ripromesso di leggere in queste vacanze 22/11/'63 di King.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che hai parecchio da leggere per le vacanze! Anch'io quando entrò in una libreria non resisto e compro sempre qualche libro, però siccome non ho spazio in casa e per me compro eBook finisco per comprare libri da regalare!

      Elimina