venerdì 17 luglio 2015

Cinque


Raccogliendo il meme di Grazia  di Scrivere è vivere  seguita da Tenar Inchiostro, fusa e draghi
ecco l'elenco di 5 difetti e 5 pregi del mio essere "autrice" (lo metto tra virgolette per eccesso di timidezza)

I miei difetti 

1. Insicurezza (+ timidezza vedi sopra)
Ho sempre l'impressione che gli altri facciano, meglio di me, tutto, gli amici dicono che non è cosi, anzi mi dicono che troppo spesso mi sottovaluto, ma io mi chiedo "dicono sul serio o solo perché siamo amici?" Dilemma, atroce dilemma!

2. Lieto fine 
La vita è già così difficile, perché mai un romanzo, opera di fantasia, deve finire male? Io amo le storie che finiscono bene, o almeno con un barlume di speranza. Avete presente quando Rossella O'Hara pronuncia la frase finale "Domani è un altro giorno!"? Ecco a me piace quel finale che lascia almeno aperta una porta verso una possibilità. In fondo anche la vita è così. 

3. Sinossi 
Non sono molto brava a scrivere le sinossi, mi spremo le meningi, ma non mi vengono spontanee. 
Non è un difetto da poco! Con una buona sinossi si invoglia il lettore a comprare o almeno a scaricare l'estratto. Devo perfezionarmi. Con l'esercizio potrei migliorare. 

4. Pigrizia 
In realtà non è proprio pigrizia, solo che, come un'allodola, sono molto più attiva nelle prime ore del giorno, infatti il mio rendimento mattutino è altissimo, ma lo spendo tutto nel lavoro. Dopo il lavoro, che in genere termina intorno alle cinque del pomeriggio, diventa difficile mettermi a scrivere e, a volte, se lo faccio ho la mente vuota. 

5. Post
Non riesco mai a scrivere i post in anticipo, ho difficoltà a programmare gli argomenti e quasi sempre li scrivo al momento. A volte penso un argomento di cui vorrei trattare, ma dopo un po' mi sembra già superato. Non so se questo è un difetto grave, ma per il momento non riesco a correggermi, con il tempo chissà... 

I miei pregi

1.Disciplina 
Sono diligente, metodica e tenace, quando devo finire un lavoro costi quel che costi, lo porto a termine. Anche nella scrittura, proprio perché è una mia passione, riesco a impormi un calendario e una tabella di marcia da rispettare. E in genere la rispetto.

2. Sono un'assidua lettrice
Leggo molto, almeno credo, anche se non quanto vorrei, ma considerato che le giornate sono di 24 ore, che lavoro, scrivo e ogni tanto dormo e, se riesco, vivo, sì, leggo abbastanza.

3. Fuoco sacro
Quando vengo colpita dal fuoco sacro della scrittura posso raggiungere uno stato di estasi e scrivo come se non ci fosse domani. In questi casi quasi sempre scrivo le mie pagine migliori.

4. Immaginazione
Ho una fervida immaginazione e una mente che corre veloce. Così molte storie mi nascono in testa nei momenti più improbabili. In un viaggio verso il mare di circa un'ora ho "scritto" con la mente un intero romanzo. Era completo di tutto, dialoghi, situazioni e sensazioni, mancava solo la fine. E, siccome è ancora tutta lì nella mia mente, questa storia vedrà la luce prima o poi.

5. Ottimismo
Sono ottimista e affronto la vita con un sorriso, nonostante le brutture, i colpi ricevuti e la cattiveria imperante nel mondo. Non mi venivano in mente altri pregi, se non questo che io applico nella vita e, secondo me, traspare nel mio modo di scrivere. Avete presente il film Pollyanna di Disney? C'è anche il romanzo, ma non l'ho letto. Ecco io faccio sempre il "gioco della felicità" provate anche voi, funziona, quasi sempre.

Adesso non so se, con questo caldo, vi viene voglia di fare l'elenco dei vostri pregi e dei vostri difetti, io ci ho messo un po' a fare questa autoanalisi e, sicuramente, ho molti più difetti di quelli elencati. Però è stato un simpatico esercizio, anche un po' terapeutico. 


6 commenti:

  1. i "difetti" sono perfettamente i miei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo dei punti in comune allora, compreso l'azzurro che ci piace tanto, ci ho preso?

      Elimina
  2. Difetti: condivido 1, 2 e 3.
    Pregi: 2 e 4.
    Quanto all'ottimismo... sono troppo realista. Da me è l'ironia a far da padrona! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anche l'ironia aiuta, può essere quasi un altro aspetto dell'ottimismo.
      ;-)

      Elimina
  3. L'insicurezza è una costante di molti aspiranti scrittori: anch'io la metterei al primo posto fra i miei difetti. Tra i pregi sottolineo il fuoco sacro: quando sopraggiunge non c n'è per nessuno!

    RispondiElimina