domenica 17 dicembre 2017

Cronaca di un giorno speciale

 
Firenze  - La Fortezza
Vi racconto questo giorno finché ho ancora tutte le sensazioni vive dentro di me.
Prendo il treno da Bologna alle 14.30 circa e arrivo a Firenze alle 15.00, pensavo di fare una passeggiata e di arrivare a piedi alla libreria ma piove e, non conoscendo bene l'ubicazione della libreria, decido di prendere un taxi, così arrivo alle 15.30 circa, è troppo presto e decido di fare un giro nei dintorni di venti minuti per guardarmi attorno. 
La libreria si trova in un posto molto particolare, è via delle vecchie carceri, il titolare della libreria LiberPop ci spiegherà la storia di quel luogo, le vecchie carceri sono state ristrutturate dal comune e trasformate in case popolari, quell'edificio è stato anche un convento di clausura per alcuni anni. Oggi è un luogo dall'atmosfera suggestiva, la foto sopra spero renda l'idea. 

                                                                         
                          
     

Dopo il mio giro perlustrativo mi trovo davanti a un bar chiamato "Caffè letterario" e dato il nome in tema mi fermo subito, prendo un caffè e intanto leggo un eBook sul cellulare, poi quando sto per andare in libreria incrocio Stefania Romito, consulente letteraria del CENTRO LEONARDO DA VINCI di Milano che si è fermata anche lei al bar e così ci rechiamo insieme alla Libreria Nardini Bookstore - LiberPop.
                                                                          
       
Tutto è pronto per la nostra presentazione, ma siccome abbiamo ancora un po' di tempo approfittiamo per chiacchierare con Ennio Bazzoni, il titolare della libreria, che ci parla del suo amore per i libri, della storia di quel posto magnifico e dell'impegno e della passione che comporta la gestione di una libreria.
Ed eccoci alla presentazione, quando arrivano i clienti della libreria io mi rendo conto che tra poco dovrò parlare e ricomincio a sentire l'ansia addosso, anche se la presenza di Stefania mi tranquillizza. 
Poi comincia l'intervista da parte di Stefania, io ho la voce che mi trema. Nonostante mi sia riletta, più volte in questi mesi, la nostra intervista, mi sembra di avere la mente vuota poi però mi riprendo e comincio a parlare con più sicurezza. Alla fine il pubblico interviene con diverse domande ed è proprio bello poter parlare dei miei personaggi, del processo che accompagna la mia scrittura, della passione che mi fa andare avanti nonostante la mancanza di tempo e la fatica.
Vi lascio con il video registrato dal marito di Stefania e che lei ha poi ha sapientemente mixato e sfumato. Anche se non c'è tutta la serata vi rende l'idea.



Vorrei ringraziare Stefania Romito, Ennio Bazzoni e tutti coloro che hanno partecipato alla mia presentazione. 


12 commenti:

  1. Risposte
    1. Troppo buono Max, in realtà ho troppi intercalari, spero prima o poi di raggiungere una maggiore scioltezza...

      Elimina
  2. Che bellissima cornice.
    Sono contenta che l'emozione ti abbia lasciato spiegare cosa cela il tuo libro e ti abbia permesso di mostrare il volto dell'autrice.
    Credo tu abbia avuto come prima volta un'ottima spalla. Il video è una chicca, racconta l'atmosfera e l'emozione che piano piano ti ha lasciato libera di esprimerti. Come per tutte le cose nuove basta prenderci la mano e sono certa che ancora per qualche giorno sentirai l'adrenalina post presentazione scorrerti tra le vene.
    Comunque brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia! Il video mixato da Stefania è proprio un piccolo cameo, ho trovato molto bella anche la musica oltre a tutto l'insieme di video e immagini.
      Lei è molto brava e professionale e il Centro Leonardo Da Vinci ha trovato in lei un validissimo supporto divulgativo.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Marco. Una presentazione è sempre un notevole impegno, di coraggio e di energie. Un modo per mettersi alla prova oltre la scrittura vera e propria...

      Elimina
  4. Che ambiente carino per una presentazione, e anche che bella compagnia! Mi sei sembrata appena un po' tesa quando erano gli altri a parlare, ma non quando a parlare eri tu. Complimenti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Io mi sentivo tesa sempre, anche se man mano che parlavo mi scioglievo di più, alla fine è diventata quasi una chiacchierata tra amici, è stata una bella esperienza. La location è molto bella, mi ha conquistato :-)

      Elimina
  5. Bella presentazione davvero, ottimi pure il video e il montaggio! Sempre difficile spiegare quel che si scrive, a me capita anche solo quando mi chiedono del blog ("Dai, hai un blog? ma di moda o cucina?) che la scrittura non la prendono mai in considerazione. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, la scrittura questa sconosciuta 😉 Comunque è stata una bella esperienza piena di emozioni. Stefania poi è davvero brava, il suo video ha quel quid in più.

      Elimina
  6. Ho letto il tuo post sullo smartphone, ma non avevo ancora commentato. Non sono ancora riuscita a vedere il video, ma mi riprometto di guardarlo non appena possibile. Il luogo dove hai fatto la presentazione dev'essere davvero magico, e luoghi come questi aiutano; tu poi sei brava e disinvolta e non avevo dubbi che sarebbe andato tutti benissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il posto è davvero stupendo, molto suggestivo, riguardo al video all'inizio ho esagerato con gli intercalari ehm, diciamo, ehm, poi mi sono ripresa. Non sono ancora abbastanza sciolta ma punto a migliorare...

      Elimina

Ogni commento è gradito, lascia la tua opinione dopo la lettura.
Commentando accetti la cookie policy di Google.