domenica 14 gennaio 2018

Lascia che sia

Mi piacerebbe determinare non dico tre parole ma anche solo una parola per l'anno 2018. Temo però di non averla, anche se ho ben chiaro nella mia testa quello che davvero servirebbe per la mia vita.
Vorrei un po' di lentezza, fermarmi, guardarmi intorno, assaporare i minuti delle mie giornate. Quando mi fermo riesco a inquadrare il mio cuore, la mia essenza e riesco anche a scrivere. 
Non sono sicura di poter esprimere questa mia esigenza in una parola, cosa potrebbe essere? Lentezza, consapevolezza, amore per se stessi, cogliere l'attimo, guardarsi intorno? 
Mi piacerebbe essere più egoista, meno razionale e più istintiva, ma non sono sicura di riuscirci davvero, perchè tutte le volte che me lo riprometto non ci riesco, allora facciamo che non stabilisco nessuna parola. 

                          
L'istinto lo sa
Ecco il messaggio che invio a me stessa per quest'anno: lascia che sia, pensa ma non troppo, magari programma ma senza dannarti l'anima. E, quando la vita è distratta, afferra l'attimo, magari barando un po' con il destino. Cerca di fare quello che ti fa sta bene, accumula piccoli momenti quotidiani di benessere e se un giorno va male pensa che "domani è un altro giorno!"

E con questo finale da Via col vento vi chiedo: che messaggio inviate a voi stessi per il nuovo anno?

15 commenti:

  1. Di continuare così, cara Giulia, che questi primi giorni sono stati impegnativi ma ho mantenuto la promessa che mi ero fatta di equilibrio. Ti auguro montagne di piccoli momenti di benessere, come vuoi tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Sandra, i piccoli momenti di benessere servono a ricaricarci la vita, ti auguro un grande equilibrio più forte di ogni ostacolo che si possa incontrare.

      Elimina
  2. Forse hai davvero bisogno di fermarti, di un momento (magari anche più di uno) solo per te stessa, senza l'oppressione di ciò che sta intorno a te. Ti auguro di tutto cuore di averne modo.
    Io mi sento in bilico tra tante cose, forse troppe, ma il messaggio che vorrei mandarmi è non farmi (più) soffocare. Mi sa che abbiamo bisogno entrambe di metterci al primo posto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh dirai che entrambe abbiamo bisogno di non farci soffocare, io cercherò di mettermi davvero al primo posto, facendo di tutto per trovare i momenti davvero miei...

      Elimina
  3. Proposito condivisibile. Io sono ancora bloccato da da alcune situazioni "obbligatorie"' per così dire, pertanto il mio automessaggio é, citando Neruda, 'ardente pazienza'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia anche questo un ottimo messaggio, ne serve sempre tanta di pazienza. Oggi più che mai.

      Elimina
  4. Mi pare un ottimo proposito il tuo. Sentirti libera di seguire indole e predisposizione è importante. Mettere te stessa dinanzi a tutto è sacrosanto sai che questa forma di amore è la migliore anche per me. Esistono troppi individui infelici e sacrificati a questo mondo meglio far parte della categoria "sorrido dentro e mi ritaglio questo spazio".
    Ti auguro di riuscirci sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riuscirci è la vera sfida, l'intento è quello, spero che le forze oscure dell'universo non remino contro...tipo che so Saturno contro o roba del genere. In ogni caso cercherò di fare tutto quello che è possibile per mettermi al primo posto.

      Elimina
  5. Quel che tu dici l'ho riassunto nella mia parola Unchain, non solo da legami ma anche da schemi mentali tossici. Qualcun altro ci ha scritto una bella canzone: Devi fare ciò che ti fa stare bene di Caparezza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La canzone di Caparezza potrebbe diventare il nostro mantra, mi piace moltissimo. Che dici la cantiamo insieme?

      Elimina
  6. Mi piace molto la tua massima, anche se non sempre si riesce ad attuare. Il corpo ci lancia comunque dei segnali molto importanti, come pure l'istinto. A me è capitato che una persona che mi stava antipatica a pelle si sia rivelata... antipatica fino alla fine, nonostante gli sforzi fatti per farmela piacere.

    L'eccesso di disponibilità nei confronti del prossimo spesso è un'arma che ci si ritorce contro. Comunque anch'io sto pensando alle tre parole per il 2018, ma propenderei di più per tre citazioni. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono curiosa di leggere le tue citazioni, in effetti le citazioni possono condensare meglio determinati concetti. L'istinto non sbaglia mai, ciò che sentiamo a pelle di solito non mente, ma purtroppo accade sovente che, anche se vorremmo seguire l'istinto, siamo costretti a fare diversamente a causa delle circostanze...

      Elimina
  7. Ti auguro di trovare al più presto lo spazio interiore di cui senti il bisogno. Un messaggio che mi invierei per il 2018? "Va tutto bene, resta centrata sul cammino." :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo messaggio Grazia, restare centrati sul cammino! Grazie per l'augurio :)

      Elimina