giovedì 4 gennaio 2018

Le intermittenze della morte e le mie letture dell'anno appena passato

Cosa accade in un paese quando la morte decide di scioperare?
Nessuno muore più e tutti esultano, in un primo momento, ma c'è davvero da esultare?
Forse la morte non è così negativa come a prima vista sembrerebbe, la morte fa ordine, mette fine all'angoscia, quando la vita non è più vita, quando la vecchiaia o la malattia riduce il corpo umano a un vegetale, allora la fine del corpo è una benedizione. Ma, se la morte non c'è, quella "non vita" diventa dannazione eterna, il vero inferno sulla terra per chi vegeta e per i suoi familiari. 
Potrebbe sembrare un romanzo triste e tragico, ma non è così, forse leggermente tragico sì, ma molte volte Saramago mi ha fatto sorridere con questo romanzo, paradossale e dissacrante, sulle avventure tragicomiche della morte (la signora "morte" assolutamente con la lettera minuscola), una morte che sciopera per dare una lezione all'umanità, ma che, nello stesso tempo, si tormenta e forse diventa donna e si innamora di un uomo. Ma non voglio fare spoiler...

                                                        

Tra i buoni propositi del 2017 c'era la lettura di un libro del premio Nobel per la letteratura Josè Saramago e io, arrivando sul filo del rasoio, ho completato la lettura di questo libro all'alba del 2018.
Un romanzo senza regole sulla punteggiatura, sulle lettere maiuscole e minuscole, sui dialoghi surreali. Ma un premio Nobel può fregarsene di certe regole ... ciò che conta è la storia, l'ironia, la pietà nei confronti dell'umanità troppo presa dalle proprie paure precostituite.
Quest'anno ho letto ben 40 libri, questo sarebbe stato il numero 41, ma è diventato il numero 1 del 2018. Le mie letture sono cresciute molto negli ultimi anni, un po' per la versatilità degli eBook che mi consente di leggere sfruttando i tempi morti nel corso della giornata, un po' per la curiosità di leggere gli autori che amo, ma anche i libri dei blogger che seguo e le ultime novità da cui mi lascio attrarre.

Ecco, di seguito, le mie letture dell'anno appena trascorso.


LETTURE 2017
1. Buck e il terremoto di Serena Bianca De Matteis e autori vari 
2. Il gabbiano Jonathan Livingston di Richard Bach (rilettura)
3. Ragione e pentimento di Sandra Faé 
4. Buck di Serena Bianca De Matteis 
5. L'amore è una sorpresa di Maria Cristina Sferra
6. Nessuno come noi di Luca Bianchini 
7. Dieci piccoli respiri di K.A. Tucker
8. 9 giorni di Gilly Macmillan
9. Ragionevoli dubbi di Gianrico Carofiglio
10. Un piccolo infinito addio di Emily Pigozzi 
11. 3A investigazioni di Ariano Geta
12. 99 giorni di K.A. Tucker 
13. I love my spy di Sadie Jane Baldwin
14. Ogni singola cosa di Monica Brizzi
15. Il mio vento di primavera di Emily Pigozzi
16. Insieme nel buio di Marco Freccero
17. Non fidarti del buio di Emme X
18. L'inevitabile crudo destino di Riccardo Moncada 
19. Come se fossimo già madri di Silvia Algerino
20. Storie di gatti Autori vari a cura di Bianca De Matteis 
21. L'ultimo giro di valzer di Morena Fanti e Marco Freccero 
22. Vita e riavvita di Nadia Banaudi 
23. Le ragazze silenziose di Eric Rickstad 
24. Un giorno perfetto per uccidere di Mario Mazzanti
25. Figlia dei fiordi di Sandra Faè 
26. A modo mio di Viola Raffei
27. Non uccidere di Mario Mazzanti
28. Non voglio che te di Tiziana Iaccarino
29. I 444 scalini di Mario Mazzanti
30. Il metodo del coccodrillo di Maurizio De Giovanni 
31. Il pittore degli angeli di Cristina M. Cavaliere
32. Le perfezioni provvisorie di Gianrico Carofiglio 
33. La regola dell'equilibrio di Gianrico Carofiglio 
34. Sai correre forte di Giovanni Venturi 
35. Le tre del mattino di Gianrico Carofiglio
36. La follia del mondo di Marco Freccero
37. Come un Dio immortale di Maria Teresa Steri
38. I bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni 
39. L'amore non crolla Autori vari (Buck e il terremoto)
40. È stato breve il nostro lungo viaggio di Elena Mearini

L'ultimo romanzo, in particolare, mi ha folgorata: incuriosita da una recensione su una rivista, ho scaricato l'ebook e l'ho letto quasi di corsa, molto bello. 

E voi che libri avete letto quest'anno? 

14 commenti:

  1. Ho un sacco di cose da dire su questo tuo post quindi parto e vado per punti
    - felicissima di esserci 2 volte
    - mai letto Saramago
    - ti prego dammi un parere su Tiziana Iaccarino
    - Ho conosciuto di persona Elena Mearini e mi è piaciuta moltissimo, ma non ho letto il libro, conto di provvedere dunque
    - Come se fossimo già madri è stato il mio primo libro 2018 letto in un pomeriggio
    - trovo assai curioso che abbiamo letto entrambe 40 libri
    - scusami se non ho ancora letto i tuoi, assolutamente quest'anno nel kindle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come se fossimo già madri si legge davvero molto bene (anch'io l'ho letto in un giorno, non è lunghissimo e questo agevola, ma tiene incollati alle pagine).
      Il romanzo di Tiziana Iaccarino mi ha appassionato molto, la storia è particolare, va inserita nel contesto anni cinquanta in cui è ambientato, l'autrice mi ha sorpreso con la sua scrittura ricercata ma mai pesante o artificiosa che ho apprezzato. Ho letto Saramago per curiosità (il mio beta reader lo apprezza molto) non mi è dispiaciuto anche se non è il genere che solitamente seguo, potrei invece leggere altri libri della Mearini, visto che il suo libro l'ho divorato e amato. Se leggerai un mio libro spero che ti piaccia, sarei curiosa di conoscere il tuo parere...40 libri sono un bel numero, ci congratuliamo a vicenda (l'anno scorso ne letto 38, l'anno precedente 32 se non sbaglio, quindi ho avuto una crescita notevole, del tutto inconsapevole).

      Elimina
  2. "Le intermittenze della morte" l'ho letto qualche anno fa, molto suggestivo.
    Io ormai purtroppo non riesco più a leggere come un tempo, ho difficoltà a conciliare tutte le cose che devo fare col tempo a disposizione, così nel 2017 ho letto (includendo nel conteggio graphic novels) 25 libri.
    Sono onorato di far parte del tuo elenco :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È difficile riuscire a leggere molto con i ritmi attuali della vita, però 25 libri non sono pochi. Il tuo romanzo mi ha divertito molto, un investigatore molto simpatico, spero nel 2018 di leggere il secondo libro ;)

      Elimina
  3. Cara Giulia, della tua lista ho letto molto. Evviva. O significa che abbiamo gli stessi gusti o il destino ci ha guidato in maniera simile. Dunque vediamo i numeri sono 1-2-3-4-18-19-20-21-22-25-35-36-37-39. Prossima lettura 31. In biblioteca ho appena preso in prestito invece il mio primo di Carofiglio e quindi se come credo mi piacerà bisserò i tuoi.
    Il totale dei libri che ho letto nel 2017 è di 71 libri. Non ho idea se farò meglio o peggio, non è certo il numero a essere importante, ma quello che resta dentro.
    Comunque è bellissimo trovarsi in un elenco di libri letti, tu nel mio ci sei due volte, il terzo libro prometto che lo leggo nel 2018.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nadia, sono felice di essere così in sintonia con te sulle letture, tu leggi davvero molto. Grazie anche di aver letto due miei libri e, soprattutto, di aver lasciato la recensione su Amazon. Secondo me Carofiglio ti piacerà, mi farai sapere poi. Io nel 2018 vorrei leggere i libri di lui che non ho ancora letto.

      Elimina
  4. Beh, forse non ho letto così poco allora. E' che io ad esempio escludo dalla mia lista Storie di gatti o L'amore non crolla, dato che sono nel gruppo! :P
    Poi mi rendo conto di escludere anche i manuali, ma sempre leggere eh! (anzi, in genere mi portano più via tempo, perché devo tornarci su spesso)
    Buone letture per il 2018!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma dei contare tutto, a parte il tuo racconto gli altri racconti costituiscono comunque nuove letture. Inoltre i manuali sono letture a tutti gli effetti (io non considero solo quelli che mi tocca leggere per lavoro, ma confesso che per svago non leggo manuali al limite leggo dei saggi). Ho appena letto il tuo post sulle tre parole, ma prima di commentare vado a rileggermi le mie tre parole del 2017...;)

      Elimina
  5. Buon 2018, come prima cosa!

    Quanti libri hai letto, io dovrei farmi un elenco perché leggo talmente tanto che non mi ricordo assolutamente tutti i titoli. Però ti ho letta, come ben sai! :) Ora ne ho un altro tuo da leggere, "La fine dell'estate". A parte i libri dei blogger o gli autori celebri come Saramago o vincitori dei vari premi, sarei curiosa di sapere se hai un tuo criterio per leggere un autore piuttosto che un altro. Alcuni autori non li conosco assolutamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io ho un elenco nel blog sotto l'etichetta "le mie letture" e l'aggiorno man mano che leggo. Sono anche su goodreads ma non sempre ci sono tutti i titoli, quindi fare l'elenco sul blog è il sistema più immediato. Sono felice che tu abbia un altro mio libro da leggere, spero che ti piaccia, mi dirai... :) non ho particolari criteri nella scelta delle mie letture, a parte i miei preferiti (carofiglio, De Giovanni, Elena Ferrante ecc dei quali però mi mancano ancora molti libri da leggere) e quelli dei blogger che seguo e apprezzo, per il resto seguo l'istinto, guardo le classifiche su iBooks e Amazon e se vedo un libro che mi interessa lo compro quasi subito, al limite scarico l'estratto e se mi piace completo l'acquisto. Il mio istinto mi porta spesso a scoprire autori molto bravi. Per esempio Elena Mearini l'ho scoperta leggendo una recensione su Donna Moderna: sono andata su ibooks e l'ho acquistato subito dopo aver letto la prima pagina dell'estratto, letto in due giorni. ogni tanto mi lascio guidare anche dal prezzo, sempre se il libro suscita il mio interesse. Da quando ho l'iPad le mie letture sono incrementate moltissimo, avendo eliminato il deterrente dello spazio (che non ho).

      Elimina
    2. Ecco, ho visto! Sai che è un'idea eccellente? Penso che aprirò anch'io un link nelle etichette del blog, imitandoti. Ora mi sto scervellando per capire i libri che ho letto nel 2017, e ogni tanto me ne viene in mente qualcuno, ma mi sa che getto la spugna e inizio con il 2018. Ora ho terminato i "Racconti segreti della Lombardia" e ho iniziato un libro proprio di Carofiglio. L'impatto è molto molto positivo...

      Elimina
    3. Comincia con il 2018, poi se ti vengono in mente i libri letti nel 2017 puoi sempre aggiungerli alla lista ;) buona lettura...

      Elimina
  6. Amo molto Saramago, anche se un po' lo prenderei a schiaffi per la punteggiatura. Non che si possa fare, ma mi fa faticare il doppio.
    E complimenti per le letture, io credo di aver letto molto meno (non ho fatto i conti), ma sono comunque soddisfatta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, la punteggiatura di Saramago indispettisce un po'...
      Grazie per i complimenti, in realtà non pensavo di arrivare a 40 libri, è stato un caso, alcuni libri non sono lunghissimi e questo agevola, secondo me l'importante è essere soddisfatti delle proprie letture, indipendentemente dal numero.

      Elimina