sabato 22 dicembre 2018

Auguri a questo pazzo, pazzo mondo

Ogni maledetto anno, da ottobre a dicembre, ci impicchiamo di lavoro per chiudere tutto quello che è necessario prima della fine dell'anno. Io cerco sempre di organizzarmi in anticipo ma, facendo parte di un'organizzazione complessa, ci sono attività che non posso impostare da sola quindi c'è poco da fare, mi ritrovo sempre con l'acqua alla gola e a dover fare mille cose l'ultima settimana, pur avendo lavorato come una pazza anche tutto il periodo precedente. Così corro inseguita dall'ansia che, a sua volta, insegue me.
Sono rimasta indietro con tutto, con il blog, con le letture e con i regali di Natale (che non ho fatto, tranne quelli ai bambini spediti con Amazon), ma finalmente è finita l'ultima settimana di inferno e riesco a staccare un po' - però il 31 lavoro - così non mi resta che augurarvi buon natale e buon anno. 

                                         


E non ho buoni propositi nè desideri per il nuovo anno, solo voglia di vivere meglio e avere più tempo per me, entrambi sempre più difficili da realizzare negli ultimi anni.

#stoleggendo
La paranza dei bambini di Roberto Saviano 
Tra l'ombra e l'anima di Maria Teresa Steri 

24 commenti:

  1. Brutto questo lato del mese di dicembre, che ci costringe tutti a vivere con l'acqua alla gola, per terminare questo o quel progetto o per l'ansia di dover star dietro ai vari obblighi. Ma spero che tu possa trovare presto un po' di relax e di gioia. Ti faccio tantissimi auguri per il periodo natalizio e per il nuovo anno :)
    (Che bello che stai leggendo il mio romanzo ^_^)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, conto di finirlo durante questi brevi vacanze in cui non farò altro che leggere, mangiare panettone, bere spumante, leggere, dormire, leggere....
      No forse farò anche altro ;-) comunque dicembre è sempre un mese complicato, mi sa un po' per tutti!

      Elimina
  2. Hai ragione, diventa tutto una corsa contro la velocità in questo periodo.
    Buone feste a te e famiglia e ti auguro che i desideri che hai espresso (pienamente condivisibili) si realizzino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariano, anche a te e famiglia. Come commentavo nel tuo post ormai basta che le cose restino stabili e non cambino...

      Elimina
  3. Ho le tue stesse sensazioni e progetti, con l,immenso vantaggio del part time che un po' aiuta a non soccombere troppo al periodo. Auguri giuk3, di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra, il part time può essere un buon compromesso, chissà che in futuro non faccia anch'io questa scelta...auguroni *_*

      Elimina
  4. Risposte
    1. Non preoccuparti, sapessi cosa scrivo io ogni tanto nei commenti :)

      Elimina
  5. Quest'anno sul lavoro mi è sembrato di essere in una specie di centrifuga peggio del solito... sembra che stia arrivando sempre l'Apocalisse in questo periodo ("Pentitevi, peccatori!"), altro che Natale. Non so come possa succedere, ma ogni anno si diventa sempre più nevrotici e stressati, e lo tocco con mano anche sui mezzi pubblici con la gente che ti travolge e quasi ti calpesta.

    Comunque ti ho fatto gli auguri approfittando del tuo commento sul mio blog, ma te li rifaccio volentieri anche qua, in modo che il valore sia doppio! :) Che Gesù Bambino ci porti sotto l'albero un po' di tempo libero aggiuntivo, ce lo meriteremmo entrambe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Centrifuga è la parola giusta, eh già! Sembra sempre che il mondo finisca il 31 dicembre e invece finisce solo la nostra pazienza! Auguroni cara Cristina che il 2019 ci porti un po' di tempo in più 🍀 Incrocio le dita!

      Elimina
  6. Cara Giulia, meriti un periodo che ti possa ricaricare e ti regali il relax necessario per staccare da problemi, corse e stress. È una chiusura d'anno faticosa ma spero ti regali il tempo per dedicarti alla scrittura. Buone feste che lo siano davvero 😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadi, spero di riposarmi un po' e di ricominciare con più energia. Ti auguro con sincero affetto un serenissimo e amorevole Natale. Un grande abbraccio 😘🤗🎄

      Elimina
  7. Risposte
    1. Anch'io ti auguro un serenissimo periodo di feste e lietezza familiare!

      Elimina
  8. La festa più bella dell'anno è stata soffocata dal consumismo sfrenato perdendo la sua magia. E' così difficile godersi queste feste nella serenità, peccato! Speriamo che finite le pazze corse possiamo condividere qualche bella giornata in famiglia. Auguri di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, il consumismo fa perdere il vero significato del Natale.
      Per fortuna il 25 i negozi chiudono e finalmente ci dedichiamo al riposo e alla famiglia. Auguroni cara Rosalia!

      Elimina
  9. Tantissimi auguri, cara. Goditi finalmente un po' di relax. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, tanti cari auguri anche a te e famiglia!

      Elimina
  10. Rinnovati auguri, che ce li eravamo già fatti da me e poi su Facebook.
    La centrifuga rende proprio bene l'idea. A febbraio pianificano ferie e chiusure aziendali imposte, perché "accidenti non fate mai ferie! non possiamo accumularne così tante!". Poi arrivano ai primi di dicembre a togliere la chiusura aziendale natalizia, perché c'è da fatturare al 31/12 per l'anno, ci sono troppi progetti sospesi, i clienti premono. A febbraio di nuovo la solfa che non facciamo mai ferie... :(
    Il collega che si è appena licenziato ha 3 mesi di preavviso, ma ne avanza 2,5 di ferie! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai come quest'anno mi sono sentita "vittima" del lavoro e del sistema, tutto sembrava prioritario tranne la mia vita, secondo i miei datori di lavoro; ho perfino dovuto litigare per ottenere tre giorni di permesso per un parente che aveva bisogno di assistenza in ospedale. Io ho ancora tutti i giorni di ferie del 2018, se continua così tempo un altro anno e se mi dimetto faccio come il tuo collega...non credo che mi facciano fare le ferie a febbraio, abbiamo una serie di scadenze anche in questo primo trimestre che mi vien msl di testa all'idea. Il vero problema è che il lavoro è distribuito male e non vogliono assumere perchè il personale costa, poi però buttano via i soldi in progetti assurdi, spesso fallimentari...vabbè speriamo vada meglio in questo 2019, incrociamo le dita.

      Elimina

Ogni commento è gradito, lascia la tua opinione dopo la lettura.
Commentando accetti la cookie policy di Google.