venerdì 2 gennaio 2015

Romanzi del cuore

Ci sono alcuni romanzi che mi sono rimasti nel cuore.
Uno di questi è "La grande sera" di Giuseppe Pontiggia, romanzo bellissimo che tratta del tema della fuga verso un altrove lontano e indefinito, dove ricominciare o semplicemente vivere.
Il protagonista scompare all'improvviso e tutto è visto attraverso gli occhi degli altri personaggi e,  attraverso la loro ricerca, sembrano apparire le motivazioni di quella scomparsa o forse probabile fuga volontaria.
Sarà che io stessa ho provato a volte questo intenso desiderio di scappare altrove ma, questo romanzo, letto ormai diversi anni fa, occupa un posto speciale nello spazio dei miei ricordi.
« La sensazione che lo scrivere, come gli scacchi, fosse un gioco di cui si potesse apprendere la teoria, non sufficiente a vincere la partita, ma almeno a cominciarla. »
(Giuseppe Pontiggia,La grande sera1989 pag.41)

 















 
Altro libro del cuore è  "Rossovermiglio" di Benedetta Cibrario, letto più recentemente. La protagonista, inseguendo un amore impossibile, cerca il proprio riscatto e la propria emancipazione da una società di inizio novecento dove i matrimoni sono combinati e il destino delle donne già tracciato.
È anche la storia della trasformazione di un paese, l'Italia, attraverso il fascismo e la guerra.
Ed è la storia della trasformazione di una tenuta selvaggia in una moderna azienda vinicola.

Non so spiegarlo ma amo certi personaggi che combattono con passione e, troppo spesso, perdono le loro battaglie ma, nonostante tutto, escono dalla storia con una profonda dignità che li rende in sè vittoriosi e in fondo amati proprio per questo loro modo di essere: fieri e perdenti.

2 commenti:

  1. Se ti può interessare, di Giuseppe Pontiggia puoi ascoltare le sue lezioni sulla scrittura a questa pagina del sito Rai: http://www.rai.it/dl/portaleRadio/Programmi/Page-a9d1c6fc-341d-4e5e-a98e-d847a0f826a9.html?set=ContentSet-78239b5a-f3c4-46da-915c-aebdf621085a&type=undefined

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco grazie del suggerimento,
      non lo sapevo, mi sembra molto interessante, memorizzo il link
      Giulia

      Elimina