domenica 26 marzo 2017

L'amore che ci manca arriva il 4 aprile

Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime
prima ancora che i corpi si vedano. Paulo Coelho
 Cari amici lettori di questo blog finalmente posso annunciare la prossima pubblicazione del mio romanzo. L'amore che ci manca sarà on line su Amazon dal prossimo 4 aprile, edito dalla Butterfly Edizioni, la casa editrice che ha apprezzato la mia storia a pochi giorni dalla sua prima uscita self.

Vi piace la cover? Io la trovo bellissima e molto evocativa della storia che racconta. Sono molto emozionata perché da tempo aspettavo il ritorno del mio libro. L'uscita sarà in un primo momento solo on line e spero sarà seguita presto anche dall'edizione cartacea. 

Di cosa parla questo romanzo?

“L’amore che ci manca” tratta, come si presume dal titolo, del tema dell’amore e della passione, ma  tocca anche altri argomenti a me cari: il tema della crisi economica che stiamo attraversando e dalla quale il nostro paese fa fatica a uscire, il tema del ruolo della donna nella società, la difficoltà di conciliare il lavoro con l’essere “moglie” e “madre”, le scelte che le donne fanno loro malgrado.
È un romanzo che parla dell’amore e di quello che siamo disposti ad affrontare per realizzarlo, e in questo caso specifico parla di un amore ritrovato, ritrovato perché irrisolto, perché interrotto e mai veramente dimenticato. Non è infrequente che accada anche nella vita che, a distanza di tempo, si ripensi a qualcuno che è stato importante e si arrivi a capire quello che era rimasto oscuro o mai compreso pienamente. E può succedere che il destino ci presenti una seconda occasione per essere felici.

TRAMA

Si dice che la vita cominci a quarant’anni e potrebbe essere così per Linda Sarti che alle soglie dei quaranta sembra avere tutto quello che una donna possa desiderare: è bella, ha un marito che la ama, una figlia adolescente e un lavoro in cui si è pienamente realizzata.
Invece proprio nell’anno del suo quarantesimo compleanno tutte le sue certezze crollano: suo marito la lascia per inseguire un nuovo amore più giovane, sua figlia sempre più irrequieta nei suoi conflitti adolescenziali tende ad attribuirle l’origine di quel fallimento matrimoniale. Il suo lavoro forse non costituisce quello che lei davvero desiderava ed è diventato fonte di enormi responsabilità e preoccupazioni che la schiacciano ogni giorno di più.
Dopo due anni Linda, che nel frattempo ha cercato di riorganizzarsi l’esistenza, non è affatto soddisfatta di come è diventata la sua vita che ha assunto quasi la forma di un’oppressione quotidiana. E poi un giorno al lavoro accade qualcosa di talmente grave che la costringe a riflettere su quello che davvero vuole realizzare nella sua vita.
Si aggiunge a questo momento di grande confusione la malattia di sua zia, unica figura familiare rimastale dopo la morte dei suoi genitori, e Linda lascia momentaneamente il lavoro per cercare di aiutarla in questo difficile momento. Torna nel paese natale e incontra Giulio, l’amore della sua giovinezza, il ragazzo che ha amato disperatamente per cinque anni. Rivederlo riaccende in lei i ricordi e quell'amore che credeva dimenticato.
Anche Giulio sembra cambiato. Inaspettatamente le riserva tutte quelle attenzioni che un tempo evitava, perché allora l'aveva lasciata? Cosa era successo anni prima? Perché all'improvviso sembra non poter più fare a meno di lei? Linda è costretta a tornare con la mente agli anni in cui viveva lì e al punto in cui ha fatto determinate scelte tra cui quella di partire. La sua permanenza forzata in quel luogo diventa un viaggio interiore alla scoperta di se stessa e anche di risposte che allora erano rimaste sospese.

Ci sono amori che restano fermi nel tempo, incompiuti e irrisolti. Possono tornare nella memoria come un alito di vento e sfiorarci appena per un momento o possono riesplodere impetuosi come un temporale d’estate.

Ma voi credete nell'amore? E sapreste definirlo in poche righe?


24 commenti:

  1. Aspettavo questo post, complimenti!
    Spero presto nel cartaceo, imprescindibile ma purtroppo ancora molti editori digitali non lo prevedono, nonostante la comodità del POD che non ha il problema del magazzino.
    Certo che credo all'amore.
    E' l'unica cosa che conti veramente nella vita e lo intendo in senso lato: amore per il proprio lavoro, per gli amici, per il proprio cane, tutto.
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sandra, il tuo amore (e il fatto di crederci) sprizza dai tuoi post e dai tuoi libri, mi trovo molto in sintonia con essi e con te ;-)
      Spero che il cartaceo arrivi presto, intanto sono contenta che ritorni la versione eBook che in questi mesi mi è tanto mancata.

      Elimina
  2. Ti faccio i miei complimenti per questa tua nuova pubblicazione. Se credo nell'amore? Sì, perché è il respiro della vita. Un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amore è il respiro della vita, bellissima definizione, grazie Giuseppe e benvenuto nel mio blog!

      Elimina
  3. Ovviamente in bocca al lupo per un'ottima riuscita :-)
    E per quanto riguarda la tua domanda... mi avvalgo della facoltà di non rispondere ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariano, viva il lupo!
      Facoltà di non rispondere...sei misterioso ;-)

      Elimina
  4. Spero anch'io presto nell'uscita del cartaceo! Spero che queste richieste accorate aiutino a convincere l'editore al grande passo ^_^
    Riguardo alla tua domanda: amare è bello ma liberarsi dalle catene dell'amore lo è ancor di più ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che il cartaceo arrivi presto. L'amore ha le sue catene invisibili ma in realtà quando siamo felici non ce ne accorgiamo di essere incatenati, quando ce ne rendiamo conto di solito l'amore non c'è più...

      Elimina
  5. Ecco, sono quasi contenta di avere un kosokobo solo perchè adesso ci sto infilando tutte queste preziose uscite! :)
    Se credo nell'amore? Si, nonostante tutto.
    C'è sempre una seconda occasione, bisogna tenere gli occhi aperti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è sempre una seconda occasione e magari anche una terza ;-)Sono contenta di sapere che hai il Kobo, è anche un bel risparmio di spazio... Grazie per aver considerato questo ebook un'uscita preziosa, certo che adesso mi viene un po' d'ansia.

      Elimina
  6. Bello, Giulia! Anche la cover! Dai, dai che manca poco! :)

    RispondiElimina
  7. Un super, enorme in bocca al lupo! La copertina è molto bella e questa è già una marcia in più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, viva il lupo! Anche a me piace molto la copertina, sono rimasta folgorata quando l'ho vista, mi sembra che abbia colto l'essenza della storia...

      Elimina
  8. Un grandissimo in bocca al lupo, Giulia. La cover è molto accattivante! Incrocio le dita per te :)
    Credo nell'amore al 100%, anche se penso che - come tutte le cose umane - sia una cosa fragile e soggetta ad alti e bassi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Maria Teresa! Tra un po' arrivo sul tuo blog, che emozione.
      L'amore è fragile e forte al tempo stesso, bisogna curarlo e custodirlo per non farlo morire, non è per niente facile.

      Elimina
  9. Bellissima cover e notizia stupenda! Aprile è un mese di fioritura in tutti i sensi. Non credo molto in un amore umano duraturo e sempre uguale; penso che invece si trasformi con il tempo assumendo diversi volti. Credo molto, invece, nell'Amore come forza dell'universo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace pensare ad aprile come un mese di 'fioritura', bella prospettiva quella di sbocciare. L'amore umano è mutevole e incostante, ma l'Amore come forza dell'universo è sicuramente eterno. Sono felice che la cover ti piaccia!

      Elimina
  10. Complimenti, Giulia e goditi questa grande soddisfazione: sono sempre momenti unici.
    Praticamente, finora non mi sono mai persa una tua pubblicazione, va sa sé...
    Mi chiedi se credo nell'amore? Sì, ci credo e la mia vita è una continua dimostrazione di questo, perché, fondamentalmente, io amo amare!
    Allora, si aspetta il 4 prossimo venturo! 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, in effetti sei una mia lettrice fedele, che bello! Quando la vita è una continua dimostrazione di amore non si può desiderare di più, del resto su di te non avevo dubbi! ;-)

      Elimina
  11. In bocca al lupo per il nuovo libro! :)
    Per quanto riguarda la tua domanda: (∂ + m) ψ = 0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viva il lupo! La tua risposta è chiarissima ;-)

      Elimina
  12. Complimenti, brava. Sono felice per te. Per rispondere alla tua domanda... io credo nell'amore, mi sono devastato l'esistenza per amore. Lo rifarei, altre mille volte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meraviglioso Max, tu trasmetti molto questa tua visione dell'amore. Per amore vale sempre la pena lottare. Grazie per i complimenti, incrocio le dita!

      Elimina