domenica 22 aprile 2018

La sottile linea del male

La sottile linea del male

Cari amici, 
La seconda avventura del commissario Saverio Sorace arriverà sugli store on line il prossimo 20 maggio. Chi mi segue su facebook probabilmente ha già visto la copertina di cui vi mostro l'immagine. Questo nuovo percorso nel giallo mi ha regalato moltissime emozioni, man mano che la storia si delineava. Come sempre si parte da un'idea e poi si viaggia faticosamente costruendo la trama pagina su pagina. Non sai mai dove ti porta un viaggio, conosci il punto di partenza, ma il percorso e l'arrivo sono spesso sconosciuti. Lo scopri poco per volta e mentre scrivi metti dentro anche un po' della tua vita: pensieri, idee, sentimenti, anche quelli che non sapevi di avere. Poi quando scrivi finalmente la parola "Fine" e il libro prende una forma concreta, non vedi l'ora di parlarne e lasciarlo andare libero per la sua strada. Mi sono trattenuta perché c'era ancora tanto lavoro da fare tra beta reader, revisioni, riletture e nuove revisioni, ma eccoci qua, ci siamo.
Il romanzo si intitola La sottile linea del male e fa parte della serie Le indagini di Saverio Sorace, un commissario napoletano trapiantato a Bologna, costretto spesso dalla sua anima inquieta a combattere contro i suoi demoni.
Vorrei far uscire molto presto anche il cartaceo, sperando che non ci siano imprevisti. L'ebook sarà su tutti gli store, ma su Amazon è già in pre order.

Vi riporto di seguito le principali informazioni

Titolo: La sottile linea del male
Autore: Giulia Mancini
Genere: Gialli e thriller
Editore: Self publishing
Uscita: 20 maggio
Prezzo: € 3,99
Formato: e-book
Pagine:192
Cover: Fox Creation - Digital Art
Link di acquisto Amazon

Trama 

Un professore universitario viene assassinato brutalmente, il suo cadavere viene ritrovato lungo il sentiero di collina dove lui abitualmente andava a correre. Il corpo e il viso massacrato a colpi di pietra. Era un uomo benvoluto da tutti e, apparentemente, senza nessuna ombra nella vita. Chi lo ha ucciso? Il professore, un uomo pieno di fascino, considerato, nel lavoro e nella vita, un maestro dalla mente eccelsa e una guida dalla volontà granitica, nascondeva però aspetti sconosciuti e ambigui. Il Commissario capo Saverio Sorace, combattuto tra le inquietudini del suo recente passato e le ansie di un amore latente, è costretto a indagare entrando nelle dinamiche sotterranee del mondo accademico, scoprendo intrighi segreti di potere di cui nessuno si accorge o finge di non vedere.

Quanto male esiste nella vita di tutti i giorni? Esistono situazioni in cui i più deboli soffrono e vengono schiacciati. Ed è tutto perfettamente legale, nessun omicidio, nessuna infrazione, solo il potere che gioca con la vita delle persone e provoca una lenta morte. E, troppo spesso, gli artefici di tutto restano impuniti nella loro gabbia di potere.

Il male può ingannare con le sue lusinghe e farci dimenticare che Lucifero era l’angelo più bello del paradiso.

Una sola domanda per voi: vi piace la copertina? cosa evoca nella vostra mente?

16 commenti:

  1. La copertina mi fa venire in mente - sembra strano a dirlo ma per me è così - un quadro di De Chirico: mistero e qualcosa che sfugge e che sta nascosto altrove.
    Riguardo l'ebook, ti auguro che ti dia tante soddisfazioni sia in termini di vendite che di recensioni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, un quadro di De Chirico! Il mistero c'è e hai inteso bene, è qualcosa che sfugge. Grazie di cuore per gli auguri Ariano, spero che il romanzo piaccia, chissà, incrocio le dita 🤞

      Elimina
  2. E' un'immagine vagamente inquietante, molto adatta al breve estratto contenuto nel tuo post. Ancora qualche giorno, e saremo pronti a dare il benvenuto alla tua nuova storia. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che l'immagine si associ bene all'estratto del post. Spero che la storia piaccia...:-)

      Elimina
  3. A me la copertina intriga ed evoca proprio quello che il titolo instilla e cioè che la linea del male sia sottile, invisibile e appena sotto la maschera. Sei un treno Giulia, con il poco tempo disponibile che hai sei già al secondo capitolo del Commissario. Già solo per questo meriti i complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima Nadia, hai intuito esattamente il senso del titolo e se l'immagine in copertina evoca questo sono contentissima perché vuol dire che ho avuto l'intuizione giusta per la cover. Grazie per i complimenti, Nadia, la verità è che sacrifico molto i week end per scrivere, spinta dall'ansia di dover ascoltare la voce dei miei personaggi. Sto scrivendo un post sull'argomento.

      Elimina
  4. Copertina molto bella, così come quella di "Fragile come il silenzio". Direi molto professionali.
    Aspettiamo solo che esca! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia! Sì ho commissionato la cover a una professionista e il tocco si vede. Del resto volevo mantenere la stessa linea della prima copertina :)

      Elimina
  5. Giulia, ma sei bravissima! Complimenti per la nuova uscita, la copertina è intrigante e giustamente richiama la precedente. Ormai ti vado lanciatissima su quest'onda gialla! Hai fatto bene anche a mettere la prevendita :) Io devo ancora leggere il primo, spero di rimettermi in pari a breve. In bocca al lupo per tutto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Teresa! Devo ammettere che il giallo mi ha preso parecchio, è un modo nuovo per esplorare l'animo umano, sarà che con la cronaca siamo bombardati da notizie terribili e, quindi, gli spunti non mancano. Mi piace molto poter far crescere i miei protagonisti tra un'indagine e l'altra. La prevendita è un automatismo (credo) che ha impostato Streetlib, dal momento che carico il libro con una data futura, va in prevendita, ma non mi dispiace affatto, anche perché così mi rendo conto di come appare il libro sullo store di Amazon e posso aggiustare eventuali punti...viva il lupo

      Elimina
  6. Giulia la copertina mi piace molto e il titolo è indovinato, bravissima! Lo acquisterò di sicuro;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosalia grazie di cuore, sono felice che titolo e copertina ti piacciano, spero che anche la storia riesca a conquistarti se lo leggerai. A maggio arriva anche il tuo libro, è un bel mese :)

      Elimina
  7. Bravissima, Giulia, e molto determinata a proseguire sul filone giallo. Io personalmente non sarei proprio in grado di scrivere una storia gialla, per cui hai tutta la mia ammirazione.
    La copertina mi piace, mi ha richiamato alla mente "la maschera di ferro" anche se non c'entra nulla naturalmente. Comunque è molto in linea con il precedente romanzo e questa è un'ottima cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bei complimenti Cristina, grazie! proseguo sul filone del giallo perchè ormai mi sento in obbligo verso i miei personaggi, nati con Fragile come il silenzio, che reclamano "vita"...
      Sono contenta che ti piaccia la copertina, in effetti ricorda un po' la maschera di ferro in...chiaro. Anch'io non riuscirei a scrivere un romanzo storico, per cui anche tu hai la mia ammirazione su questo filone.

      Elimina
  8. L'avevo vista su Facebook. Però, già in uscita con un altro libro! Brava! :)
    L'occhio in copertina e la maschera mi ricordano Anthony Hopkins in Il silenzio degli innocenti, anche se non ci vedo somiglianza, eppure è così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara! In realtà ti confesso che temevo di non arrivare alla fine con questa storia, ho anche attraversato un momento di crisi tra dicembre e gennaio, poi però è andata bene. Il silenzio degli innocenti wow! Che film memorabile, una simile analogia mi sembra molto positiva!

      Elimina

Ogni commento è gradito, lascia la tua opinione dopo la lettura.
Commentando accetti la cookie policy di Google.