giovedì 30 ottobre 2014

IL RISPETTO DELLE REGOLE - IV


Quarto e ultimo capitolo 

La storia con Luca aveva superato qualsiasi sua aspettativa, le cose con lui andavano meravigliosamente, anche se le sembrava continuamente di camminare sulla lama di un rasoio,si aspettava da un momento all’altro che finisse tutto, una sensazione così bella non poteva durare per sempre, ma neanche troppo a lungo.

Finirà, pensava Serena, prima o poi finirà.

Ciò che invece era già finito era il suo matrimonio.

Tiberio aveva fatto fuoco e fiamme quando gli aveva detto che non voleva più stare con lui e che si era innamorata di un altro. Si era arrabbiato come un bambino al quale tolgono un giocattolo, che trattava male, ma che all’improvviso diventava importante.

Serena era stata irremovibile, con lui, con i suoi genitori, con gli amici di famiglia.

Ognuno di loro si era sentito in diritto di darle consigli e dirle cosa pensava, ma Serena aveva deciso che la vita era la sua e che solo lei aveva il diritto di decidere. 
Non voleva più alcuna regola a soffocarle la vita.

Non sapeva se con Luca sarebbe andata avanti, voleva solo godere ogni attimo passato con lui, ogni emozione, ogni momento. Da quando c’era lui tutto le andava bene, perfino trovare casa era stato facile, era stato un vero colpo di fortuna: una casa ristrutturata da poco e ammobiliata lasciata libera da due suoi amici in attesa di un bambino e costretti a cercare una casa più grande.

Sdraiata sul divano si guardava intorno e cercava di ambientarsi nella sua nuova casa, piccola, ma davvero confortevole.

Squillò il cellulare,era Luca

“Ciao Serena che ne dici di fare una corsa al mare? potremmo fermarci a mangiare il pesce e poi passeggiare sul lungomare mano nella mano..”

“però non ti facevo così romantico..”

“aspetta a pensarlo..non sai cosa pretenderò dopo..”

“…. non vedo l’ora di scoprirlo”.

Non sapeva se sarebbe durata, ma lui adesso era lì, per il resto c’era tempo.

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento