mercoledì 30 dicembre 2015

Anno nuovo, vita nuova?

"Quella vita ch'è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura." Giacomo Leopardi.

Ogni fine anno facciamo inevitabilmente dei bilanci e quasi sempre dei buoni propositi per l'anno che verrà. È più forte di noi, lo facciamo anche se non stiamo a pensarci troppo, quasi con noncuranza.
Ieri, per esempio, pensavo che vorrei dedicarmi alla scrittura con più costanza, magari migliorare lo stile di vita muovendomi di più a piedi, così anche l'ambiente ci guadagna, fare almeno un viaggio in primavera e in estate e scrivere il mio terzo romanzo. 
Questi buoni propositi basterebbero già a rendere fantastico il 2016.
Poi mi prende una certa apprensione e mi fermo. No, meglio non fare propositi per il nuovo anno, 
visto che il futuro è sempre un'incognita lasciamo tutto al caso.
Io sono fatta così, sono determinata, ma scaramantica, mi propongo di realizzare qualcosa, ma lo dico piano, sottovoce, cerco di non fare troppo chiasso perché la vita non si accorga di me e mi lasci fare.

Quindi non ci resta che festeggiare l'anno che ci sta lasciando.
Sperando che la vita ci porti ancora tanti piccoli regali inaspettati.


12 commenti:

  1. la Vita a volte è strana ... a volte ti mette a dura prova ma anche in quei momenti sa regalarti piccoli gioielli
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, anche i momenti duri sanno darti qualcosa di bello, perché troviamo la forza di superarli e dopo guardiamo la vita con nuova fiducia. Ti abbraccio anch'io e ti auguro uno splendido anno nuovo

      Elimina
  2. Allora ti auguro 365 giorni di sorprese a partire da domani notte! (Che dici, è troppo?)
    BUON ANNO NUOVO, cara amica! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina carissima ti auguro anch'io 365 giorni fantastici pieni di cose positive. Buon 2016 :-)

      Elimina
  3. Io ho due soli buoni propositi per il 2016: di self-pubblicare il mio primo romanzo e di trascorrere il prossimo autunno-inverno rinchiuso in uno stabilimento termale senza mai uscirne un istante.
    Buon anno Lù :))

    P.S. "perché la vita non si accorga di me e mi lasci fare" è una parafrasi intenzionale del verso di canzone "perché la vita mia non mi riconosca e se ne vada via"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ivano, sei un osservatore molto attento, in realtà non avevo pensato alla bellissima canzone di Renato Zero, però probabilmente le canzoni che accompagnano la nostra vita lasciano sempre tracce nei nostri pensieri e inconsapevolmente le citiamo. Allora aspetto il tuo romanzo per il 2016! Magari lo vado a leggere anch'io in uno stabilimento termale in totale relax... Buon anno :)

      Elimina
  4. Buon anno anche a te! (e qui mi sa che c'è stato un travaso di programma per fare le immagini!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon anno Michele, eh sì le immagini le metto da parte in vista dei post ;-)

      Elimina
  5. Anch'io ho tanti progetti incompiuti da una vita, se nel 2016 ne realizzerò almeno un paio ne sarò felice.
    Buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un paio di progetti realizzati mi sembrano un ottimo obiettivo, come si dice un passo alla volta si possono raggiungere bei traguardi, buon anno Ariano!

      Elimina