mercoledì 18 febbraio 2015

A volte ritornano

Scusate se ogni tanto mi lascio andare a titoli sibillini ed evocativi.
In realtà il titolo non è evocativo in senso negativo come il ben noto libro di Stephen King,
no, il titolo evoca alcuni libri del passato che ho letto e che mi è venuta voglia di rileggere.
È un preoccupante sintomo del tempo che passa?
Oppure mi interessa solo scoprire se ciò che mi era piaciuto un tempo mi può ancora sorprendere?
Non è solo questo, è che alcuni eventi recenti di attualità mi fanno pensare che certe conquiste non devono mai considerarsi scontate, rileggere libri del passato e trovarli incredibilmente attuali aiuta a comprendere questa semplice verità.
Così ritornano Albano e Romina senza la felicità e gli Spandau Ballet senza le barricate.
E, mentre scriviamo una storia, possono tornare anche alcuni personaggi che erano nati in un tempo remoto e che per caso ritrovano una nuova vita.
E quello che non sembrava troppo interessante diventa all'improvviso moderno e lo riprendiamo esattamente dal punto in cui lo abbiamo lasciato.


Nessun commento:

Posta un commento