sabato 22 giugno 2019

Recensioni de L'ombra della sera e de La sottile linea del male


Questa estate è scoppiata con le sue ondate di calore e con qualche temporale. Qui a Bologna c'è appena stata una grandinata con dei chicchi grandi come pietre e con un vento forte che ho temuto, per un attimo, che volasse via il tetto. Farà parte anche questo dei cambiamenti climatici che minano il futuro dell'umanità.
Dopo questa premessa sul tempo vi segnalo l'ultima recensione ricevuta per L'ombra della sera da parte del Blog Our Free Time
La blogger ha detto che nel mio romanzo non mancano mistero, intrighi e un pizzico di romanticismo che bello!



E poi, quasi a sorpresa, è arrivata anche la recensione de La sottile linea del male da parte del blog di Renato Mite Inchiostro Mite
Ringrazio i blogger per le loro recensioni che mi fanno scoprire sempre nuove prospettive dei miei romanzi, è questo l'aspetto piacevole delle recensioni, farsi sorprendere da ciò che a noi era sfuggito oppure avere delle gradevoli conferme.
Insomma, io mi avvicino alle recensioni sempre con molta ansia e curiosità perchè il parere esterno è sempre molto illuminante.
Buon sabato sera e buona domenica!


14 commenti:

  1. Sono molto felice per te che le recensioni continuino a valorizzare i tuoi libri. A volte sono proprio le recensioni meno attee quelle che sortiscono più soddisfazioni e come dici tu ampliano la visione del testo. È bello quando i lettori sottolineano aspetti inaspettati(permettimi il gioco di parole).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia, avevo mandato la richiesta di recensione al blogger per L'ombra della sera a marzo e dopo la segnalazione non avevo più saputo nulla (ma mi aveva scritto via mail che l'avrebbe fatto). Ricevere la mail di conferma della recensione è stato bello soprattutto perché ho visto che non era stata una promessa vuota (cosa che per alcuni blog è successo, anche se non giudico perché so quanti libri ci sono in circolazione e il tempo di ognuno è quello che è).
      A Renato, senza impegno, avevo inviato La sottile linea del male perché aveva apprezzato Fragile come il silenzio dicendo che mi avrebbe fatto piacere ricevere una sua opinione e alla fine è arrivata e mi è piaciuta un sacco! Insomma ricevere una recensione è sempre un grande regalo, perché non è scontata mai. Bello il tuo gioco di parole! 😉

      Elimina
  2. Nadia ha ragione, ricevere una recensione positiva è emotivamente appagante più che vendere venti copie senza riscontri. In teoria sarebbe più logico barattare la recensione con venti copie in più vendute, però, invece...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì le recensioni, se sono positive, danno soddisfazione, però anche le vendite non sono da sottovalutare, de L'ombra della sera venti copie non le ho ancora vendute, non sta andando molto bene, purtroppo.

      Elimina
  3. A vendere copie si fa sempre ora e le recensioni positive aiutano, anche il morale. Per il resto ci vuole tanta, tanta promozione.
    Buona estate, Giulia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero Calogero, serve tanta promozione, io ho sempre fatto delle sponsorizzazioni su facebook che funzionavano abbastanza, con delle piccole cifre vendevo non grandi numeri ma mi potevo accontentare (facendo i conti a fine anno entrate e uscite erano quasi in pareggio, ma la soddisfazione di aver venduto mi ripagava), ora invece le sponsorizzazioni non danno nessun risultato, in pratica butto via i soldi, deve essere cambiato qualcosa, mah. Buona estate anche a te :)

      Elimina
    2. L'algoritmo di fb penalizza le pagine, può darsi che l'effetto si ripercuota sulle sponsorizzazioni. Per una maggior efficacia bisognerebbe promuovere i post sul profilo, ma come sappiamo fb vieta di utilizzarlo a fini commerciali. Magari potresti provare con Twitter.

      Elimina
  4. Leggo poco sopra i commenti sulle vendite e le sponsorizzazioni che poco funzionano. Per le vendite, c'è da tener conto che è normale, per una serie di romanzi, che man mano si addentra nelle pubblicazioni successive, più difficile diventa vendere. Il lettore medio pensa: "ah, è il romanzo numero 3 della serie? Devo leggermi prima l'1 e il 2". E così le vendite (come le letture) si dilatano nell'attesa. E se non gli ricordi, al termine del libro, di acquistare il successivo, si dilatano ancora di più.
    Questo problema ce l'ha anche Outlander eh! che di libri ne ha ben 16, ed è pure per questo che zia Diana ha atteso per vendere i diritti televisivi, in questo modo ha rilanciato i libri. E' pure per lo stesso motivo che dilata, volutamente, le uscite dei libri successivi. Perché così acquisisce nuovo pubblico, che nel frattempo di affanna a leggere per mettersi al passo.
    E ad ogni nuova uscita, tutti i libri precedenti vengono messi in offerta. Quindi potrebbe valere la candela (ma fai i tuoi conti) rilanciare tutta la serie. Del tipo: è uscito il numero 3, se lo acquisti ti offro l'1 e il 2 scontati.
    Sulle sponsorizzazioni Facebook: si stanno tutti spostando su Instagram. L'uso dei social network è "ciclico", ma anche gli investimenti sulle piattaforme. E dato che il proprietario di IG è lo stesso FB, e sono collegati, val la pena di "migrare" le sponsorizzazioni su IG. Lo stesso Marco Montemagno, che ha fatto la fortuna con i video su FB, si sta spostando su IG ed ha iniziato a "vendere" contenuti ce insegnano come fare marketing su IG (non è un caso, cavalca l'onda). Inizierei a darci un'occhiatina, ecco. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti le serie hanno un po' quel limite, però succede anche il contrario, ossia che, se appassiona il primo libro si ha voglia di leggere anche il secondo e il terzo, ma questo ovviamente accade per gli autori famosi (io per esempio ho letto quasi tutta la serie de I bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni, mi mancano gli ultimi due che però non credo di comprare perché l'eBook costa più di 10 euro e mi sembra eccessivo). Tornando a facebook e Instagram, ho fatto anche delle sponsorizzazioni IG senza risultato, si vede che devo studiare meglio come funziona...riguardo ai libri della serie, ho fatto diverse promozioni sui primi due libri, un paio addirittura a 0,99 oppure a 1,49 con scarsi risultati. Credo che per questa estate lascio perdere e mi riposo, anche dalle promozioni.

      Elimina
  5. Oggi anche qui a Milano fa davvero un caldo africano... Sono contenta per le recensioni positive dei tuoi romanzi, fanno sempre bene al cuore e sono un ulteriore incoraggiamento. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa settimana dopo la grandinata folle di sabato si preannuncia molto calda! 😳 Le recensioni positive fanno un gran piacere e hanno un gran bel l'effetto sul morale...

      Elimina
  6. Sono molto contenta per le tue recensioni positive, Giulia. Danno sempre una bella carica, che serve soprattutto d'estate quando col caldo che fa anche l'umore può andare giù (almeno parlo per me).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'estate sembra la stagione più bella, ma il caldo butta giù anche me...anche se quest'anno sono giù per ben altri motivi ben più gravi, come sai. Le recensioni positive fanno piacere, peccato che non tutti i blogger le trasferiscono su Amazon, ma pazienza.

      Elimina

Ogni commento è gradito, lascia la tua opinione dopo la lettura.
Commentando accetti la cookie policy di Google.