domenica 30 giugno 2019

Recensioni in giallo

Scrivo questo post per fare un po' di ordine nel mio caos e per ritrovare con facilità le poche recensioni dei miei romanzi sulla serie Le indagini di Saverio Sorace. Farò degli aggiornamenti nel caso ne arrivino di nuove.

Fragile come il silenzio
La prima indagine 

Recensione del Blog Romanzi rosa contemporanei di Emme X che recensisce romanzi rosa, ma non solo.
Recensione del Blog Leggi Ama Sogna  di Sarah S.
Recensione del Blog Il mio mondo di libri di Rosa Lentinio
Recensione con intervista del Blog Anima di carta  di Maria Teresa Steri  
Recensione del Blog Inchiostro Mite di Renato Mite 
La sottile linea del male 
La seconda indagine



Recensione del Blog Romanzi rosa contemporanei di Emme X 
Recensione del Blog Leggi Ama Sogna di Sarah S.
Recensione del Blog Inchiostro Mite di Renato Mite

Recensioni da Amazon:
Francy 
Angi

L'ombra della sera
La terza indagine
Recensione del Blog Svolazzi e scritture  di Nadia Banaudi
Recensione del Blog Blog Semiserio di una lettrice compulsiva  di Eleonora Ippolito
Recensione del Blog Gli occhi del lupo di Federica
Recensione del Blog Il paradiso di Caino  di Sarah S.
Recensione del Blog Romanzi rosa contemporanei di Emme X
Recensione del Blog Our Free Time di Raffaella Dellea



Ringrazio moltissimo tutti i lettori, blogger e non, che hanno recensito le avventure del mio commissario.


sabato 29 giugno 2019

La mia estate ideale meme


Ariano Geta ha scritto un simpatico post La mia estate ideale aderendo al meme proposto dal blog Miki Moz
Le regole sono: completare un elenco comune, taggare altri cinque bloggers e avvisare l'autore. Anch'io come Ariano preferisco non nominare nessuno, siamo in estate e magari qualcuno ha solo voglia di relax e di vacanze, però se c'è qualcuno che vuole aderire al gioco ben venga. 

Premesso che la mia estate ideale dovrei passarla senza lavorare e invece non è così, visto che ho solo delle ferie più o meno spot, ecco l'elenco con gli elementi della mia estate ideale:

COLONNA SONORA
Io amo i tormentoni dell'estate, pieni di ritmo, musicalità e leggerezza, anche se alcuni testi degli ultimi tormentoni estivi affrontavano anche temi parecchio attuali, per esempio Pamplona di Fabri Fibra/Thegiornalisti oppure Tra le granite e le granate di Francesco Gabbani.
Comunque i miei tormentoni preferiti di sempre sono: Un'estate al mare di Giuni Russo, anche Mare Mare di Luca Carboni che mi danno sempre quel sapore nostalgico dell'estate. Tra le canzoni estive più recenti ho adorato Riccione de Thegiornalisti. 

LUOGO
Il luogo ideale dove passare l'estate, mi piacerebbe una bella città di mare, tra quelle che conosco potrei citare Rimini (sembra banale ma è una piccola città deliziosa), Cesenatico, Numana, Sirolo, San Benedetto del Tronto, Polignano a mare ecc ecc 

VIAGGIO
Un viaggio che mi piacerebbe fare è tornare in Grecia, l'ultima volta ci sono andata nel lontano 1995. Mi piacerebbe tornare a Cefalonia, isola meravigliosa, ma andrebbe bene anche qualsiasi altra isola greca, ce ne sono talmente tante e tutte immerse in un mare cristallino. E ho anche voglia di souvlaki e tzatziki...

PROGRAMMA TV
Mi divertono i quiz televisivi, per esempio non mi dispiace Reazione a catena, però ultimamente sono spesso catturata da Techetechetè, il che, mi sa, è sintomo degli anni che passano inesorabilmente, argh.

SERIE TV
In questo periodo non c'è neanche una serie che mi piaccia, c'è davvero il deserto in TV. Anzi si accettano suggerimenti.

FILM
In estate a Bologna con il Festival de Il Cinema Ritrovato proiettano in piazza Maggiore vecchi film restaurati dalla Cineteca di Bologna, i miei preferiti sono i film di Hitchcock, poi ci sono i classici come Casablanca, Ladri di biciclette oppure Roma città aperta. E poi c'è sempre la possibilità di scoprire dei film d'essai, anche recenti, che abbiamo perso durante l'inverno.  

FUMETTO
Per me i fumetti sono Topolino e Paperino, però anche Diabolik non è male.

LIBRO
Mi piacerebbe leggere dei libri dal sapore estivo, magari un giallo intrigante ma anche un appassionante romanzo d'amore. Che poi lo sto già facendo, visto che leggo tutto l'anno.

RIVISTA
Sono abbonata a Donna Moderna e leggo prevalentemente questa rivista, negli anni non mi ha ancora stancato. Ma se dovessi scegliere un'alternativa potrei leggere Confidenze (magari con un racconto della mia amica Nadia Banaudi). 

GIOCO
Gioco non saprei, magari giocare a racchettoni sulla spiaggia, in ogni caso un gioco all'aperto.

GIOCO DA TAVOLO
A me piaceva molto il Trivial pursuit, un tempo ci giocavo con gli amici nelle serate di inverno, i giochi da tavolo quindi non li vedo tanto estivi, magari però in una serata in giardino in compagnia si può fare.

ATTIVITÀ
Passeggiate in riva al mare, visitare posti nuovi e magari tanto relax, con qualche bella lettura.

CIBO
Insalata greca, vino bianco ghiacciato e gelato.

VIDEOGAME
A parte il Tetris non sono una grande appassionata, anzi confesso che mi hanno sempre annoiato.

Questi erano gli elementi della mia estate ideale. Se volete il gioco è aperto, oppure scrivetelo nei commenti! 




sabato 22 giugno 2019

Recensioni de L'ombra della sera e de La sottile linea del male


Questa estate è scoppiata con le sue ondate di calore e con qualche temporale. Qui a Bologna c'è appena stata una grandinata con dei chicchi grandi come pietre e con un vento forte che ho temuto, per un attimo, che volasse via il tetto. Farà parte anche questo dei cambiamenti climatici che minano il futuro dell'umanità.
Dopo questa premessa sul tempo vi segnalo l'ultima recensione ricevuta per L'ombra della sera da parte del Blog Our Free Time
La blogger ha detto che nel mio romanzo non mancano mistero, intrighi e un pizzico di romanticismo che bello!



E poi, quasi a sorpresa, è arrivata anche la recensione de La sottile linea del male da parte del blog di Renato Mite Inchiostro Mite
Ringrazio i blogger per le loro recensioni che mi fanno scoprire sempre nuove prospettive dei miei romanzi, è questo l'aspetto piacevole delle recensioni, farsi sorprendere da ciò che a noi era sfuggito oppure avere delle gradevoli conferme.
Insomma, io mi avvicino alle recensioni sempre con molta ansia e curiosità perchè il parere esterno è sempre molto illuminante.
Buon sabato sera e buona domenica!


sabato 15 giugno 2019

I pensieri delle vacanze

Quando sono in vacanza penso tanto, sono pensieri liberi che svolazzano nella mia testa facilitati anche dal silenzio dei lunghi percorsi in moto, quando è difficile scambiarsi le opinioni perché siamo isolati dal casco.
Così osservo il panorama e penso. Mi piace immaginare le vite che incontro per strada, nascono infinite storie nella mia mente che forse non vedranno mai la luce, ma per tutto il tempo della vacanza mi diverto a immaginare.
Perché quando si viaggia si vedono tanti luoghi, ma nei luoghi ci sono le persone e ognuno ha una sua vita e un suo percorso.


Ho incontrato dei personaggi molto interessanti: il titolare del Bed and Breakfast in Lazio, il barista di Viterbo che si è trasferito da Napoli dicendo che la sua vita era migliorata tantissimo, che mi ha fatto pensare al mio Sorace, la ragazza del Bed and Breakdast di Polignano a mare che tutte le mattine ci preparava la colazione e ci dava consigli sui luoghi da visitare. Incontri che potrebbero diventare un romanzo, un breve racconto o restare solo un'idea persa nel tempo. A volte mi sento quasi in colpa nell'ascoltare le loro storie, perché, mentre parlano, non sanno che le loro vite potrebbero finire in un mio romanzo, in fondo come dissero in un film che vidi tempo fa sulla vita di uno scrittore ("Sotto falso nome", un thriller molto particolare, forse scontato ma con diverse batture memorabili) gli scrittori sono dei ladri delle vite degli altri
E poi ci sono i luoghi che ci parlano e sussurrano storie, la poesia dell'azzurro del mare, i vicoli bianchi dei borghi, le vecchie signore sulle porte che sorridono.
Il viaggio stuzzica la mia vena creativa e mi viene voglia di ambientare una storia nei posti che attraverso nello spazio di una vacanza, forse per catturare quelle sensazioni che essi suscitano in me con forza, con il desiderio di provare a entrare in un'altra vita e scoprirne le emozioni, i dolori e  le gioie, i sogni e i desideri, i pianti e i sorrisi.

E succede ogni volta, la mia anima nomade immagina una nuova vita, un ritmo diverso, dei nuovi amici e dei nuovi orizzonti. Una sensazione che mi resta addosso per qualche giorno anche dopo il rientro, poi dopo un po' svanisce, ma a tratti ricompare e finisce, magari sfumata e irreale, tra le pagine di una nuova storia, proprio quando sembrava che non ci pensassi più.

Capita anche a voi di immaginare, anche solo per un attimo, una vita nei posti che visitate?