giovedì 18 novembre 2021

Recensione di Una inutile primavera sul blog Inchiostro Mite

 


Cari amici 

voglio condividere con voi la recensione di Una inutile primavera, l'ultima indagine del commissario Saverio Sorace, da parte del blog Inchiostro mite di Renato Mite (Il blog per i lettori a passo lento)

Vi riporto il link Inchiostro Mite

è sempre molto bello scoprire le impressioni di un lettore, nonchè blogger che legge e recensisce molti romanzi, come Renato e, approfitto di questo post, per ringraziarlo ancora per aver letto i romanzi di questa serie. Quello che mi ha colpito di questa sua ultima recensione è che ha saputo cogliere aspetti di cui io stessa non mi ero quasi resa conto e mi è piaciuto ripercorrere, attraverso i suoi occhi, le tappe della scrittura di quella storia.

Se vorrete leggere e lasciare un commento, sul blog di Renato oppure qui, come sempre, vi risponderò con gran piacere.

12 commenti:

  1. Ho letto la recensione, quindi la tua idea di un giallo in pieno lockdown da covid, con tutte le implicazioni di "soffocamento" del periodo in questione ha colpito nel segno.
    Per esperienza personale ti posso dire che, contrariamente a quanto si pensa, i libri pubblicati su amazon possono continuare a vendere per anni e anni, non si esauriscono subito dopo il lancio. Visto che questo tuo romanzo è anche una "testimonianza" di un periodo che certamente non verrà dimenticato, col passare del tempo potrebbe anche aumentare ulteriormente l'interesse fra i lettori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariano! Non avevo pensato a questa implicazione, quando ho scritto il romanzo ho sentito l’urgenza di parlare delle sensazioni provate in quel periodo proprio perché le avevo vissute molto intensamente e siccome la scrittura è una valvola di sfogo che mi permette di “parlare” attraverso i personaggi mi è venuto spontaneo parlarne. In effetti credo che nel tempo diventi una “testimonianza” importante per chi vorrà leggerlo.

      Elimina
  2. Ho letto la recensione e ti faccio i miei complimenti, Giulia. Sono davvero belle soddisfazioni. Si percepisce chiaramente che sei brava, soprattutto quando l'autore della recensione scrive che sei riuscita a immaginare omicidi che non passano inosservati nonostante il lockdown. Credo che non sia facile. Hai fatto bene secondo me a ambientare il libro durante l'epidemia. E' un periodo che rimarrà nella storia e il tuo romanzo è una testimonianza nel futuro di ciò che sta accadendo. Buona serata, ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima, è molto bello ricevere questi attestati di stima, è vero questo periodo rimarrà nella storia dell’Italia e del mondo, speriamo solo di uscirne completamente.
      Un grande abbraccio.

      Elimina
  3. Grazie Giulia per aver evidenziato la mia recensione sul tuo blog. Mi fa piacere vedere che altri lettori possono scoprire qualcosa del tuo libro dalle mie parole e così, incuriositi, lo leggeranno.
    Ciao e buona serata,
    Renato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Renato, le cose belle, così come lo è la tua recensione, vanno assolutamente condivise. Buona giornata, Giulia

      Elimina
  4. Ho letto il tuo romanzo in un momento ch'è doveva essere di svago e invece mi è capitato di tutto. La tua storia mi ha tenuto compagnia durante la convalescenza. Difficile da dimenticare. Vado a leggere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo quel periodo, spero che la storia ti abbia distratto almeno un po’ dai tuoi problemi...

      Elimina
  5. Ai tempi del primo lockdown avevo pubblicato sul blog un racconto breve che raccontava come stessero vivendo quel periodo i personaggi del mio ultimo libro. Evidentemente la pandemia ha dato spunto a molti per la narrativa, forte probabilmente della sua eccezionalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena possibile verrò a leggere il tuo racconto, mi incuriosisce. In effetti la pandemia ha creato una situazione così particolare che è stato un notevole spunto narrativo, per quanto mi riguarda ho sentito moltissimo l’esigenza di parlarne.

      Elimina
  6. Commentato, in attesa di moderazione. ;)

    RispondiElimina

Ogni commento è gradito, lascia la tua opinione dopo la lettura.
Commentando accetti la cookie policy di Google.