giovedì 30 dicembre 2021

Le mie letture 2021

“Un libro dev’essere un’ascia per rompere il mare ghiacciato che è dentro di noi”, Franz Kafka

Un altro anno è passato ed è stato un anno con molte più letture del solito, non so bene perché ma il numero dei libri letti è stato maggiore rispetto agli anni passati, ben 47 libri, alcuni anche piuttosto lunghi, forse ho letto di più perché sono state maggiori le notti insonni, o forse perché ho fatto qualche viaggio in treno, o forse perché con il Covid ho fatto meno vacanze e ho dedicato il mio tempo libero alle letture...Beh, non è poi così importante, é così e basta. Quest’anno ho introdotto una novità nella lista delle mie letture (nel post che aggiorno man mano che procedo con le letture) inserendo la suddivisione per mesi, così potevo rendermi conto meglio del periodo in cui li leggevo.

I libri che ho amato di più sono L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón e Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin, pensate che ne ho tardato la lettura perché tutti ne parlavano e avevo il pregiudizio dei libri troppo osannati, ma sono davvero dei gran romanzi. Poi sul finire dell’anno un altro romanzo che mi ha folgorato è stato L’Arminuta di Donatella Di Pietrantonio, davvero una storia intensa e dolorosa. Inoltre ultimo libro finito prima di Natale un bellissimo romanzo consigliato da Luz del blog Io, la letteratura e Chaplin”, intitolato La variante di Lüneburg di Paolo Maurensig. Infine quest’anno ho colmato un pezzetto delle mie lacune leggendo anche due classici che mi mancavano (ma la lista è ancora molto lunga): 1984 di Orwell e Il buio oltre la siepe di Harper Lee, difficili ma belli. Ho scoperto i romanzi inquietanti e divertenti di Gianluca Morozzi e ho continuato a leggere Donato Carrisi che riesce sempre a catturarmi con le sue storie.


LETTURE 2021
Gennaio
1. La notte delle falene di Riccardo Bruni 
2. Una giornata storta di Eleonora Ippolito
3. Sei sospetti per un delitto di Raffaele Malavasi 
Febbraio
4. La disciplina di Penelope di Gianrico Carofiglio 
5.L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón
Marzo
6. Ancora un giro di blues di Riccardo Bruni 
7. La principessa di ghiaccio di Camilla Läckberg
Aprile 
8. Passi di tango in riva al mare di Federico Maria Rivalta 
9. La centesima finestra di Morena Fanti
10. Perché non eravamo pronti di David Quammen 
11. Non fidarti della notte di Maria Teresa Steri 
Maggio
12. Il tribunale delle anime di Donato Carrisi 
13. 1984 di George Orwell
14. Non ho paura del buio di Robert Dugoni 
Giugno
15. Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin
16. La vita che volevo di Lorenzo Licalzi 
Luglio 
17. Non temerò alcun male di L. K. Brass 
18. La fiamma e La Rosa di Cristina M. Cavaliere
19. Questa estate succede che di Giovanni Venturi
20. Càscara di Elena Ferro 
21. Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman 
Agosto
22. Alla scoperta dei segreti perduti di Bologna di Barbara Baraldi 
23. Blues per i nati senza un cuore di Ferdinando Salamino 
24. Il leone e La Rosa di Riccardo Bruni 
25. Stella nera: le luci dell’Occidente di Marco Freccero 
26. I segni sulla pelle di Stefano Tassinari 
27. Reo confesso di Valerio Varesi 
Settembre
28. Il kamikaze di Cellophane di Ferdinando Salamino
29. Com’è giusto che sia di Marina Di Guardo
30. Il margine della notte di Ferdinando Salamino 
31. Il buio dell’alba di Stefania Romito 
Ottobre
32. Il cacciatore del buio di Donato Carrisi
33. Aria ed altri coccodrilli di Silvia Pillin 
34. Yumi & Nana - Il primo lungometraggio di Inagheshi 
35. Il maestro delle ombre di Donato Carrisi
36. Gli annientatori di Gianluca Morozzi 
Novembre 
37. Acqua passata di Valeria Corciolani
38. Il buio oltre la siepe di Harper Lee
39. Come il mare in un bicchiere di Chiara Gamberale
40. Prisma di Gianluca Morozzi 
41. Luce della notte di Ilaria Tuti
42. Delyrio di Stefania Romito 
43. La prima volta in cui sono morta di Marta Minotti
Dicembre
44. L'arminuta di Donatella Di Pietrantonio 
45. La paziente scomparsa di Liz Lawler
46. La variante di Lüneburg di Paolo Maurensig
47. Uno strano caso per il commissario Calligaris di Alessandra Carnevali


14 commenti:

  1. In questo tuo lungo elenco noto di sicuro Il buio oltre la siepe che per me finirebbe anche in un ipotetica lista dei top libri di sempre. Per resto tanti gialli, e una varietà assai apprezzabile e attenzione ad autori non notissimi. L'ombra del vento l'ho adorato, Cambiare l'acqua ai fiori un po' sopravvalutato, merita ma non sto stracciamento di vesti ovunque (al solito, parere personalissimo). Grazie per la condivisione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte i libri arrivano in momenti particolari della nostra vita, Cambiare l’acqua ai fiori ce l’avevo sull’iPad da diversi mesi, però ho cominciato a leggerlo proprio dopo la morte della mia amica e quella lettura mi ha un po’ consolato. È vero i gialli li prediligo sicuramente, li amo leggere e mi servono anche come “materia di studio” per la mia scrittura.
      Riguardo ai classici ho un paio di titoli in mente che spero di riuscire a leggere, per esempio Il gattopardo...

      Elimina
  2. Onoratissimo di far parte dell'elenco :-)
    Io invece ammetto che leggo sempre meno, per terminare un romanzo ci metto un mese buono perché procedo al ritmo di otto/nove pagine al giorno... Non so da che dipenda, ma presumo sia colpa dello "stress" da pandemia. Posso dire che in pieno lockdown, tappato in casa per giorni, non avevo voglia di leggere benché fosse invece il passatempo ideale.
    Ti auguro buon anno, speriamo che il 2022 sia un anno propizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stato molto piacevole leggere il lungometraggio di Yumi e Nana! Credo che la pandemia causi una certa “pigrizia” nella lettura, ognuno reagisce a modo suo e pazienza, abbiamo già tanti motivi di stress la lettura non lo deve essere.
      Buon anno anche a te!

      Elimina
  3. Quante letture, wow! Alcuni romanzi li ho in elenco e spero di leggerli quest'anno. Di libri letti invece forse c'è solo La paziente scomparsa di Liz Lawler. Grazie di aver letto anche il mio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La paziente scomparsa ti è piaciuto? a me il giusto, si legge bene, ma i poliziotti mi sembravano un po’ tonti...non so. Il tuo l’ho letto appena uscito, sono molto curiosa delle opere degli amici blogger, sopratutto per i gialli, deformazione professionale 😀

      Elimina
  4. Ti ringrazio molto di aver letto anche il mio romanzo giovanile "La Fiamma e la Rosa". :) Mi sembra un'ottima idea quella di elencare le letture per mese, così hai il polso della situazione: è come fare una specie di grafico.
    Penso di pubblicare il solito post a gennaio sull'elenco di letture del 2021, quest'anno ho letto senz'altro di più dello scorso anno e ci sono state letture fantastiche che meriteranno senza dubbio il podio. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stata un’ottima intuizione dividere le letture per mese, mi è sembrato molto utile per mettere a fuoco il periodo delle letture, hai ragione é una specie di grafico. Il tuo romanzo giovanile l’ho trovato molto piacevole, nel tuo stile, quest’anno ho letto ben due romanzi storici. Verrò a leggere il tuo post sulle letture 2021, intanto buon anno 😀

      Elimina
  5. Grazie infinite per la citazione, Giulia. Sono davvero contenta che quel romanzo ti sia piaciuto.
    Fra le tue letture mi incuriosisce Carofiglio, che ho scoperto nell'anno appena trascorso con due letture minori che mi sono state prestate. Mi è piaciuta molto la sua scrittura. Aperta, onesta, diretta. Sono attratta da La disciplina di Penelope. Anch'io dovrei recuperare qualche classico della letteratura contemporanea, come tu hai letto 1984 e Il buio oltre la siepe. Mi incuriosisce anche la Lackberg.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ben due i romanzi scoperti grazie a te, cara Luz. Di Gianrico Carofiglio ho letto quasi tutto (mi mancano i saggi), i suoi romanzi li divoro, io amo sopratutto la serie dell’avvocato Guerrieri, ho letto La disciplina di Penelope, è un romanzo più breve degli altri, mi è piaciuto, secondo me lui scrive davvero bene.

      Elimina
  6. Tanti bei titoli anche per te! Vedo che Carrisi torna tra gli autori: me lo consigli? È tra quegli scrittori che leggerò di sicuro il mese prossimo... Da anni!

    E ovviamente un augurio di tante belle letture per il 2022

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carrisi è un autore particolare, avevo letto Il suggeritore alcuni anni fa poi non avevo più letto nulla di lui perché mi era sembrato troppo cupo, poi ho letto La ragazza nella nebbia e mi sono innamorata della sua scrittura, così ho letto gli altri suoi romanzi, unico problema i suoi eBook costano sempre troppo, così aspetto le offerte. Sarò curiosa del tuo giudizio, io amo soprattutto i romanzi ambientati in Italia, ne ha ambientati anche in America. Buon 2022 di belle letture anche a te.

      Elimina
  7. Sono d'accordo con te su L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón (bellissimo e spero di completare la serie) e Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin (altrettanto apprezzato, per lo stile, la struttura e la sensibilità). In comune abbiamo anche Camilla Lackberg, anche se poi mi sono fermata, l'eccezionale Eleonor Oliphant dalla Scozia, e Federico Maria Rivalta che ho scoperto grazie a te (letto il primo in ebook e acquistato un cartaceo in libreria, come regalo di Natale ancora da consegnare ;) ). Dovrei riprendere 1984, letto in prima superiore e non me lo ricordo proprio, e leggere Il buio oltre la siepe, anche se ho visto il film con Gregory Peck.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe vedere il film con Gregory Peck (forse l’ho visto ma ne ho un ricordo nebuloso). Io e te abbiamo dei bei libri in comune, mi fa piacere che tu abbia scoperto Federico Maria Rivalta, é una lettura piacevole che abbina al giallo l’ironia che strappa sempre un sorriso (che in questi tempi non è male).

      Elimina

Ogni commento è gradito, lascia la tua opinione dopo la lettura.
Commentando accetti la cookie policy di Google.